LinkedIn, come e perché le aziende lo utilizzano

Share:
Condividi

LinkedIn è un social network che pur essendo per certi versi ancora sottovalutato in Italia, è ormai affermato a livello mondiale in quanto leader per ciò che riguarda lo sviluppo di contatti professionali

LinkedInLa crescita di LinkedIn è costante e attualmente conta circa 250 milioni di utenti in 200 diversi paesi di cui oltre 5,5 milioni in Italia.
Ma in cosa si differenzia sostanzialmente un social network nato per scopi professionali da un altro che vive di interazioni personali?
La grafica sottostante ne riassume le principali differenze:

LinkedInIn base alle differenti peculiarità sopra descritte, gli utenti approcciano le due tipologie di canali con aspettative ben distinte.

Su social network nati per l‘interazione personale come per esempio Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest e Google+ le persone si aspettano di:

  • Ricevere informazioni su amici e parenti
  • Ricevere informazioni su argomenti legati ai propri interessi
  • Trovarsi di fronte a post d’intrattenimento

Al contrario, trovandosi su un social media pensato per scopi professionali come LinkedIn gli utenti cercano:

  • informazioni sulle opportunità di carriera
  • informazioni su aziende dai professionisti del proprio settore
  • post con news di attualità relative al proprio campo professionale

Come si muovono le aziende nel panorama LinkedIn?
Quali sono le motivazioni che le spingono ad intraprendere un’attività su tale piattaforma?

Possiamo riassumere il tutto in tre macro argomenti:

  • Evidenziare l’unicità del brand tramite comunicazioni corporate
  • Raggiungere nuovi clienti e rafforzare relazioni già esistenti
  • Fare attività di Human Resources con comunicazioni verso i propri dipendenti e ricercando nuovi talenti all’esterno

Linkedin mette a disposizione delle aziende alcuni strumenti adatti alle attività di business sopra indicate: mi riferisco alle pagine aziendali, alle pagine vetrina, ai gruppi e ovviamente alle Ads.

Grazie alle pagine aziendali, le imprese possono offrire informazioni riguardanti le opportunità lavorative e illustrare prodotti o servizi, anche attraverso immagini e video.
La comunicazione è focalizzata sull’aspetto istituzionale allo scopo di dare rilevanza alla propria presenza a livello di corporate.

LinkedIn - pagine aziendaliPer creare una pagina aziendale su LinkedIn è necessario utilizzare una mail associata all’azienda stessa.
Tutti possono seguirla e commentare i contenuti in essa pubblicati, ma si è passibili di moderazione da parte degli amministratori.
Gli utenti che vogliono risultare dipendenti dell’azienda proprietaria della pagina, devono aggiornare il proprio profilo con l’ultima posizione coperta e una mail aziendale associata e confermata. Tutto ciò dà la possibilità di modificare la pagina, (sempre se le impostazioni decise dagli admin lo permettono).

Le pagine vetrina servono per dare risalto a determinati aspetti del proprio business come l’offerta di un particolare prodotto, servizio o ad uno specifico settore della propria realtà aziendale.

Schermata-2014-01-20-alle-12.24.38
A molti, le pagine vetrina (in inglese showcase pages) sembrano una semplice evoluzione della sezione “Prodotti e servizi”, ma in cosa possiamo percepire tale evoluzione?

  • La comunicazione veicolata tramite showcase pages è rivolta a specifici gruppi di follower interessati allo specifico argomento trattato.
  • E’ possibile usufruire di statistiche dedicate ad ogni singola pagina
  • Una showcase page solitamente presenta un’intestazione personalizzata all’interno della quale vengono inserite le informazioni più rilevanti che la riguardano. Sotto troviamo il flusso degli update che per avere un’efficacia ottimale, dovranno essere costantemente aggiornati.

E’ possibile creare un massimo di 10 vetrine per ogni pagina aziendale.

Dopo aver letto delle pagine vetrina, andiamo a vedere quelli che a mio modo di vedere sono forse i più efficaci fra gli strumenti offerti da LinkedIn alle aziende per farsi conoscere sul canale creando una sorta di cultura attorno alla propria attività e ai propri prodotti o servizi: mi riferisco ai gruppi

LinkedIn - gruppi

I gruppi LinkedIn non vengono realizzati direttamente dalle aziende e non possono essere quindi considerati delle “appendici dirette” delle pagine aziendali. Sono creati dagli utenti i quali hanno il compito di gestirli anche attraverso il lavoro di uno o più moderatori i quali stimolano le discussioni creando partecipazione ed engagement attorno al brand il quale viene “elevato” ad esperto di settore.
Attraverso i gruppi chiusi, l’azienda può instaurare un dialogo con i propri dipendenti al fine di stimolarli su svariate argomentazioni interne per poi prendere decisioni amministrative volte a migliorare la vita lavorativa di tutti.

Fra gli strumenti LinkedIn per le aziende, non potevano mancare gli Ads.

linkedin-adsGli annunci sponsorizzati su LinkedIn possono essere realizzati attraverso il solo testo, oppure con testo + immagini e video.
Permettono di raggiungere un target mirato e professionale, rivelandosi particolarmente utili in ottica B2B; basta selezionare qualifica, ruolo, settore, dimensione dell’azienda e anzianità degli utenti che si vogliono raggiungere i quali possono interagire con gli update.
Le campagne su linkedIn si basano su CPC o CPM, possono essere realizzate in 20 lingue diverse nei paesi in cui il social network è attivo.
Il tutto può essere monitorato attraverso un attenta piattaforma di analytics

LinkedIn acquista sempre maggiore importanza nel panorama lavorativo mondiale sia per gli individui che per le aziende.
Con il passare del tempo infatti nascono nuove categorie professionali, nuovi servizi sempre più evoluti soprattutto nel campo digitale e quindi sempre più vicini a questo canale.
Linkedin è una miniera d’oro anche per tutti i procacciatori di affari che utilizzano questo social media allo scopo di entrare direttamente in contatto con potenziali clienti.
Di sicuro questa piattaforma ha peculiarità per certi versi ancora tutte da scoprire, sopratutto per gli Italiani sia per quel che riguarda le aziende che (ancor di più) per le opportunità che può offrire ai singoli utenti

Commenta

Questa voce è stata pubblicata in Social Media e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.